LOST IN TRANSITION? UNA BUSSOLA PER FARE DELLA TRANSIZIONE ECOLOGICA UN’OPPORTUNITÀ DIDATTICA - INFANZIA

Scienze e tecnologie

La proposta è a cura di G-Lab Srl di Fondazione Golinelli, ente accreditato dal Ministero dell’istruzione, per EduIren, il programma educativo di Iren, che ha lo scopo di supportare le scuole italiane nell’offrire ai propri studenti opportunità di educazione ambientale - interdisciplinari e digitalmente integrate - in linea con le necessità curriculari (educazione civica, educazione ai media, educazione digitale).

Aria, acqua e suolo sono i tre elementi attorno a cui vengono proposti esempi e stimoli per progettare percorsi didattici in sezione e all’aperto alla scoperta dell'ambiente e della biodiversità, del sé e degli altri. Esplorare con modalità mani in pasta e setting di gioco le caratteristiche dell'ambiente attorno alla scuola, aiuta i bambini a sviluppare atteggiamenti di cura e rispetto non solo del pianeta/ambiente, ma anche degli altri.
Il corso propone anche l’uso della narrazione, integrando la dimensione analogica con quella digitale, come strumento per collegare tra loro i diversi campi di esperienza del bambino, potenziare la dimensione espressiva, creativa e le abilità linguistiche, oltre che la riflessione sul sé nel mondo.
Brevi interventi teorici, utili a consolidare le conoscenze scientifiche di base degli insegnanti, sperimentazioni guidate e kit didattici consentono di affrontare i concetti chiave del corso offrendo al contempo collegamenti con le risorse disponibili sul territorio, come i musei, i parchi urbani e naturali vicini alla scuola e gli impianti di gestione/produzione di acqua, rifiuti, energia che spesso hanno storie affascinanti da raccontare. In questo modo si vuole favorire, anche nei più piccoli, un approccio consapevole alla realtà che ci circonda e all’ambiente nel quale siamo immersi.
Le diverse attività proposte forniscono idee, strumenti e stimoli replicabili e implementabili in sezione e facilmente integrabili nelle routine scolastiche per arricchire il lavoro sui diversi campi d’esperienza, affinché le/i partecipanti possano progettare attività didattiche che includano il racconto della sostenibilità ed anche la "sperimentazione" hands-on come nodo centrale dell’esperienza di apprendimento e promuovano azioni etiche e sostenibili. 

Il corso ha una connotazione fortemente esperienziale che consente di incrementare le opportunità di sperimentazione, approfondimento, riflessione, rielaborazione didattica e autovalutazione. 
La proposta intende valorizzare in chiave didattica le strumentazioni e le tecnologie già disponibili a scuola e rendere più consapevoli in vista della partecipazione a nuovi bandi per l'implementazione delle dotazioni laboratoriali. A tal fine prima dell’avvio del percorso verrà proposto agli iscritti un sondaggio per raccogliere le informazioni sulle dotazioni disponibili a scuola in modo da poter rendere ancora più efficaci i suggerimenti di attività laboratoriali.
L’offerta formativa risponde ai pilastri del Piano Ri-Generazione Scuola, si integra con le politiche e le azioni strategiche rivolte alla Scuola e finanziate dal PNRR ed è inoltre utile a sostenere la progettualità degli ambienti e laboratori per l’educazione e la formazione alla transizione ecologica finanziati dal Ministero (esempio  Edugreen: laboratori di sostenibilità per il primo ciclo).

Obiettivi

Fornire agli insegnanti e agli educatori:

  • spunti per includere l’approccio STEAM fin dall’infanzia;
  • spunti per la progettazione didattica integrata con la routine scolastica;
  • spunti per la realizzazione di attività sperimentali e di gioco che permettano di avvicinare e sensibilizzare i bambini alla tutela dell’ambiente e del territorio in cui vivono;
  • strumenti e metodologie per la costruzione di una narrazione che consenta di affrontare con i bambini le tematiche inerenti la transizione ecologica, la valorizzazione dei rifiuti, l’economia circolare, l’ecologia e l’importanza della salvaguardia ambientale;
  • un supporto per un utilizzo più consapevole delle dotazioni e delle strumentazioni dei laboratori scolastici e per la loro eventuale implementazione in vista di futuri bandi e PON;
  • una maggior conoscenza delle risorse offerte dal territorio;
  • occasioni di confronto affinché condividano problematiche didattiche, scambino esperienze e producano materiale utile per l’utilizzo in sezione.

Destinatari

60 insegnanti di scuola dell'infanzia

Programma

Il corso si svolge online ed è organizzato attorno a tre appuntamenti chiave in diretta, ognuno da 3 ore, realizzati a cadenza settimanale, così da rendere l’esperienza più intensiva. Al termine di ognuno vengono anche proposte delle semplici attività da svolgere individualmente, con i colleghi o con gli studenti, per ampliare le opportunità di sperimentazione e arricchire le risorse didattiche.
In aggiunta a questi sarà possibile svolgere 13 ore di approfondimento, ideazione e/o sperimentazione nel proprio contesto scolastico con il supporto a distanza dei formatori.  La formazione si chiude con un appuntamento conclusivo di revisione e condivisione dei progetti individuali sviluppati.

Venerdì 28 ottobre dalle 14:30 alle 17:30 - Appuntamento chiave - Introduzione e Viaggio alla scoperta dell’aria

Per insegnare la transizione ecologica bisogna innanzitutto comprenderla e calarsi nelle sfide che essa comporta. Grazie ad un’introduzione su questi temi ed un gioco di ruolo dedicato, sarà possibile per i docenti comprendere le ragioni di questa urgente trasformazione e le scelte e le sfide che le nuove generazioni saranno chiamate ad affrontare. 
Attraverso il gioco, la ricerca, la sperimentazione e la narrazione è possibile favorire nei bambini lo sviluppo di conoscenze e competenze di identità, autonomia e abilità. Suolo, acqua e aria sono i personaggi chiave nonché "facilitatori" che accompagnano i bambini nel percorso di conoscenza di un tema così complesso come la transizione ecologica. Il viaggio inizia dall’aria che per quanto sia invisibile, esiste eccome ed è in grado di riempire spazi e di spostare oggetti ma dato che non possiamo vederla, sarà fondamentale aguzzare tutti gli altri sensi!

Venerdì 4 novembre dalle 14:30 alle 17:30  - Appuntamento chiave - Storytelling e Viaggio alla scoperta dell’acqua

È proprio vero che l’acqua è vita. Essa è indispensabile agli organismi viventi e sebbene sembri così abbondante, solo l’1% di quella disponibile è dolce e dunque adatta alla nostra sopravvivenza. Proprio per questo bisogna imparare a preservarla. Con un tuffo immaginario in una microscopica goccia d’acqua stagnante potremo conoscere innumerevoli, minuscoli e strani organismi, potremo ripulire l’acqua attraverso la filtrazione contribuendo al suo riciclo e sfruttare le sue caratteristiche per allestire semplici giochi di magia in grado di stupire e divertire i più piccoli. L’appuntamento esplora inoltre le potenzialità didattiche della narrazione, avvalendosi anche del supporto di app dedicate al digital storytelling (come ad esempio BookCreator) contestualizzando così gli infiniti utilizzi creativi ed espressivi che gli insegnanti possono cogliere dai temi trattati durante il corso.

Venerdì 18 novembre dalle 14:30 alle 17:30  - appuntamento chiave - Viaggio alla scoperta del suolo

La natura coi suoi elementi viene vissuta dal bambino come luogo sia fisico che relazionale per sperimentare e conoscere il mondo insieme ad altri bambini e adulti di riferimento. Scavare, raccogliere, setacciare, manipolare e osservare sono solo alcune delle numerose attività che permettono di esplorare il suolo e iniziare a conoscerne le numerose caratteristiche. Come è fatto il suolo e chi lo abita? E quali sono le sue funzioni? Un viaggio con i sensi, ma senza dimenticare lente d’ingrandimento e paletta, per imparare a conoscere le varie componenti di questo prezioso elemento naturale e le diverse funzioni che svolge scoprendo cosa significa biodegradabilità, cosa sono gli ecosistemi e perché è importante proteggerli.  

Dal 18 novembre 2022 al 10 gennaio 2023 - Approfondimento individuale, ideazione didattica per il proprio contesto

Con il supporto online dei formatori, i corsisti possono adattare al proprio contesto quanto proposto durante il corso, per poter così sperimentare con i bambini delle attività durante l’anno scolastico. Le idee di applicazione devono essere documentate sinteticamente e condivise con formatori e corsisti per avere reciproci feedback. Vengono fornite linee guida ad hoc così da rendere più efficace il lavoro.

Venerdì 20 gennaio dalle 14:30 alle 17:30 - Appuntamento conclusivo - Ideazione didattica condivisa e conclusione

Incontro di condivisione e feedback conclusivo. Ad ogni corsista viene dato lo spazio per presentare le proprie progettualità ed eventuali sperimentazioni fatte, e per raccogliere feedback propositivi dai formatori e dagli altri partecipanti. 

Nota

Il corso è presente anche su piattaforma S.O.F.I.A. del M.I. Codice dell'iniziativa è: 76792

Ambiente online: viene creata una classe virtuale dedicata al corso e vengono utilizzati diversi tool per condividere e commentare materiali e prodotti.

Mappatura delle competenze

  • maggior conoscenza personale delle tematiche scientifiche e sociali legate alla transizione energetica ed ecologica;
  • maggior conoscenza di attività interattive, laboratoriali, esperienziali da poter proporre alle bambine e ai bambini per affrontare i temi del corso;
  • migliore capacità di progettazione didattica, anche con attività di laboratorio e digitali, sui temi proposti;
  • miglior capacità di valorizzare, in chiave di didattica attiva, le risorse naturali, associative e industriali del territorio;
  • miglior uso delle tecniche e delle tecnologie per la costruzione di uno storytelling attivo sui temi della transizione energetica ed ecologica.

Tipologia delle verifiche finali

Fondazione Golinelli e G-LAB srl sono enti accreditati dal Ministero dell’istruzione per la formazione del personale scolastico.
La partecipazione a oltre il 75% delle attività online - appuntamenti sincroni, approfondimento, sperimentazione e la realizzazione delle attività nei tempi richiesti - dà diritto alla ricezione dell'attestato di partecipazione al corso e al conseguimento di 1 Unità formativa.
Se si partecipa solamente ad alcune attività senza raggiungere il 75% delle ore totali dell'intera iniziativa si riceve un attestato di frequenza.



Ambiti trasversali
  • didattica e metodologie
  • didattica per competenze e competenze trasversali
  • innovazione didattica e didattica digitale
Ambiti specifici
  • conoscenza e rispetto della realtà naturale e ambientale
  • didattica delle singole discipline previste dagli ordinamenti
area
A7 i primi passi nella scienza per infanzia e nidi
A chi è rivolto
Nidi e infanzia
Durata
25 ore
di cui 12 ore in modalità sincrona
unità formative
1
posti disponibili
60
Tipologia
STEAM
Formatori

Danilo Gasca laureato in scienza dei materiali, da oltre dieci anni si occupa di didattica informale della scienza e comunicazione scientifica. Dal 2015 collabora con Fondazione Golinelli per la progettazione e conduzione di attività didattiche, formative divulgative con particolare riferimento all’interdisciplinarietà delle materie scientifiche.

Jessica Maestrini, biologa, con un master in alimentazione ed educazione alla salute si occupa di didattica delle scienze per l’infanzia e il primo ciclo alla Fondazione Golinelli progettando e svolgendo attività sia con gli studenti che con gli insegnanti.

Elisa Passerini, docente di scuola primaria, formatrice per il primo ciclo di istruzione sui temi delle strategie di calcolo e potenziamento delle abilità di calcolo in età evolutiva, sull’uso delle tecnologie in età prescolare. Dal 2018 collabora con Fondazione Golinelli per la conduzione e messa a punto di attività formative e didattiche sul linguaggio scientifico e l’intelligenza numerica alla prima infanzia.

Contributo di partecipazione
Gratis
Date e orari degli appuntamenti
28/10/2022     14:30 - 17:30
04/11/2022     14:30 - 17:30
18/11/2022     14:30 - 17:30
20/01/2023     14:30 - 17:30
Sede
Online