VEDERE PER CREDERE: TECNICHE DI MICROSCOPIA IN CAMPO BIOMEDICO

Scienze e tecnologie, Matematica e fisica
Apertura iscrizioni: 1 settembre 2020

Il corso online si compone di moduli di base, più alcuni materiali extra e facoltativi che vanno dalle basi della microscopia, alla preparazione dei campioni fino alle tecniche più evolute attualmente presenti nei laboratori di ricerca. Ogni modulo prevede una presentazione-video, approfondimenti, materiale didattico ed esercitazioni realizzabili anche in aula con gli studenti.

Sotto il coordinamento scientifico del Dr. Spartaco Santi, ricercatore dell'Istituto di Genetica Molecolare del CNR di Bologna, responsabile del Digital Microscopy Center dell’Istituto Ortopedico Rizzoli e curatore della formazione specialistica Scuola di Microscopia (www.scuoladimicroscopia.it), il corso vede la partecipazione di ricercatori-docenti provenienti dai più prestigiosi Istituti di Ricerca italiani: IIT di Genova, San Raffaele e IFOM di Milano, Università di Pisa e di Firenze, IRST di Meldola e Rizzoli di Bologna.

Scoprire nuove cure contro le malattie significa anzitutto conoscere i meccanismi biologici che caratterizzano le numerose patologie. Diverse sono le metodologie che la ricerca scientifica utilizza per raggiungere tale obiettivo, ma quella che gioca un ruolo da protagonista è senza dubbio la microscopia, grazie allo sviluppo di strumentazioni all’avanguardia e dell’uso del digitale.

ll corso è disponibile sulla piattaforma WeSchool. Dirette webinar e un servizio di supporto e feedback continui da parte dei formatori e dei tutor scientifici di Fondazione Golinelli consente ai docenti di orientarsi tra i materiali, essere guidati nelle sperimentazioni e nelle esercitazioni in ambienti virtuali e individuare le declinazioni didattiche per coinvolgere e guidare le attività anche con i propri studenti.

Un progetto di Fondazione Golinelli e G-Lab, a cura di Spartaco Santi, con la collaborazione tecnica di Nikon Italia S.P.A.

Nota

Il corso è rivolto agli insegnanti di materie scientifiche di scuola secondaria di II grado ma può essere seguito anche da docenti interesssati di scuola secondaria di I grado.

Obiettivi

  • Fornire gli strumenti per la comprensione delle tecniche di microscopia passate e attuali, dagli studi delle leggi che regolano l'ottica, alle più avanzate tecnologie.
  • Acquisire competenze relative all'imaging con differenti tipologie di microscopi, all’utilizzo di alcune tecniche e all’uso degli strumenti informatici relativi.
  • Fornire strumenti per progettare attività didattiche sul tema della microscopia che possano integrare attività da svolgere in laboratorio.
  • Creare occasioni di confronto tra docenti finalizzate alla condivisione delle problematiche didattiche, allo scambio di esperienze e alla produzione di nuovo materiale didattico.

Programma 23 novembre 2020-31 maggio 2021

Il corso si svolge online sulla piattaforma educativa WeSchool ed è organizzato in 15 moduli tematici di base e alcuni moduli extra di approfondimento e facoltativi. Ogni modulo prevede una presentazione-video, approfondimenti, materiale didattico ed esercitazioni realizzabili anche in aula con gli studenti e si conclude con la compilazione di un test a risposte chiuse di autovalutazione.

Il contenuti sono fruibili online dal 23 novembre 2020 e completati, secondo un’organizzazione personale entro e non oltre il 31 maggio 2021. Periodici momenti live di domande e risposte e restituzione dei tutor consentiranno di ottenere un supporto e orientare le sperimentazioni che si vorranno eventualmente fare anche con gli alunni.

I relatori dei vari moduli del corso sono:

  • Spartaco Santi (CNR di Bologna)
  • Cesare Covino (Ospedale San Raffaele Di Milano)
  • Dario Parazzoli (Ifom Di Milano)
  • Alessandro Gambardella (Istituto Ortopedico Rizzoli Di Bologna)
  • Pietro Cirigliano (Nikon Italia)
  • Anna Tesei (Irst Di Meldola)
  • Michele Zanoni (Irst Di Meldola)
  • Chiara Cordiglieri (Ingm Di Milano)
  • Lucia Gardini (Lens Di Firenze)
  • Tommaso Mello (Università Di Firenze)
  • Emanuele Martini (Ifom Di Milano)
  • Francesca Cella (Università Di Pisa)
  • Alberto Diaspro (Iit Di Genova)

Mappatura delle competenze

  • Conoscenza approfondita degli strumenti di un laboratorio di microscopia e delle leggi che ne regolano il funzionamento.
  • Acquisizione di competenze teoriche e operative in merito alle tecniche di digital imaging.
  • Conoscenza degli strumenti multimediali di imaging con microscopi.
  • Capacità di creazione di un laboratorio di microscopia da poter utilizzare a scopo didattico.

Tipologia delle verifiche finali

Per ricevere l’attestato di formazione è richiesta la partecipazione di almeno 75% delle ore totali dell’iniziativa, prevedendo una frequenza minima del 75% delle ore online e consegna nei tempi previsti dei deliverable richiesti.

Attestato di formazione

La partecipazione a oltre il 75% delle attività online - webinar, studio individuale, sperimentazione e la realizzazione delle esercitazioni e test nei tempi richiesti - dà diritto alla ricezione dell’attestato di partecipazione al corso e al conseguimento di 1 Unità formativa.
Se si partecipa solamente ad alcune attività senza raggiungere il 75% delle ore totali dell’intera iniziativa si riceve un attestato di frequenza.



Ambiti trasversali
  • metodologie e attività laboratoriali
Ambiti specifici
  • didattica delle singole discipline previste dagli ordinamenti
area
A1 metodologie e attività di laboratorio di scienze
A chi è rivolto
Scuola secondaria di I grado
Scuola secondaria di II grado
Durata
50 ore
di cui 0 ore in modalità sincrona
unità formative
2
posti disponibili
60
Tipologia
STEAM
docenti

Spartaco Santi, curatore scientifico del corso. Biologo, dal 1994 svolge attività scientifica presso il CNR di Bologna come ricercatore. Si è occupato di malattie neurodegenerative quali: l’Atassia spinocerebellare di tipo 3, le malattie prioniche, l’epilessia mioclonica progressiva di tipo 1. La sua principale area di interesse scientifico riguarda la ricerca di base nel campo della biologia cellulare, in particolare l’applicazione di nuovi approcci tecnologici di microscopia avanzata per lo studio del traffico vescicolare di neurotrofine in neuroni ed astrociti, della neurogenesi adulta e della specificazione assonale. Negli anni ha sviluppato l’uso di tecniche microscopiche per l’imaging come: microscopia TIRF integrata al confocale resonant, Time-Lapse, Lightsheet e metodi di super risoluzione ottica correlata a microscopia elettronica a trasmissione. È docente in diversi corsi dedicati alle applicazioni della microscopia ottica avanzata ed è responsabile del Digital Microscopy Center dell’Istituto Ortopedico Rizzoli. È curatore scientifico della Scuola di Microscopia.

Paolo Manzi, chimico farmaceutico con esperienza come tecnico di laboratorio ricerca e sviluppo in ambito chimico-analitico è progettista didattico e tutor scientifico di Fondazione Golinelli e si occupa della parte tecnica del corso e della revisione dei moduli.

Costo
100 €
Sede
Online