DIDATTICA A DISTANZA - BIOINFORMATICA E LE SUE APPLICAZIONI

Scienze e tecnologie, Matematica e fisica

Gli insegnanti possono proporre queste attività ai propri studenti, che collegandosi online, anche autonomamente da casa, usano banche dati pubbliche utilizzate anche dai ricercatori nel settore della bioinformatica.
L’attività ha lo scopo di introdurre gli insegnanti e gli studenti alla scoperta di un settore innovativo della biologia che combina, con un approccio interdisciplinare, le conoscenze biologiche, informatiche e di altre discipline quali matematica, statistica e  biochimica. 

Le esercitazioni di bioinformatica si prestano molto bene ad ampliare e approfondire molti concetti di biologia molecolare, biologia umana, genetica ed evoluzione affrontati anche nel programma curricolare.

La bioinformatica: 

  • costituisce un ottimo metodo per far esercitare gli studenti con il metodo sperimentale;
  • si può applicare a domande molto concrete e attuali;
  • utilizza strumenti moderni che gli studenti conoscono bene;
  • molte delle sue applicazioni sono estremamente interattive;
  • si presta per assegnare agli studenti percorsi differenziati e compiti individuali.

Le attività sperimentali proposte sono:

  • Bioinformatica e storia della vita sulla Terra (scuole secondarie I grado)
    Si utilizzerà una banca dati di ritrovamenti di reperti fossili sulla Terra per scoprire la distribuzione geografica della vita sulla Terra, com’era la vita nei mari e nelle terre emerse in ere passate e con quali specie animali sono entrati in contatto i nostri antenati.
  • Bioinformatica e batteri resistenti ad antibiotici (scuole secondarie II grado)
    Utilizzando una potente banca dati di sequenze genetiche sarà possibile indagare sulla stretta relazione tra DNA e proteine e sulle cause che rendono un batterio resistente ad un antibiotico.

Le attività sono state progettate in collaborazione con:

  • Giuseppe Macino, Professore Emerito di Biologia Cellulare presso l'Università di Roma La Sapienza, responsabile per Lazio e Umbria dell'organizzazione I Lincei, direttore del Progetto Bandiera EPIGEN del MIUR e del CNR, organizza seminari internazionali sulle scienze e sull'Epigenetica.
  • Teresa Colombo, Biologa molecolare con master in 'Bioinformatica: applicazioni biomediche e farmaceutiche', insegnante di bioinformatica in numerosi corsi accademici e avanzati.
  • Elisa Corteggiani, Biologia molecolare con esperienza nel settore dell'insegnamento.

Modalità di adesione e fruizione

Gli insegnanti saranno inseriti in un’apposita classe virtuale su WeSchool dove troveranno i protocolli e i materiali digitali utili a svolgere l’attività con i propri studenti e avranno la possibilità di interloquire in modalità asincrona con gli esperti e i tutor di Fondazione Golinelli che li aiuteranno nella gestione delle attività didattiche digitali.
Nella classe virtuale saranno quindi disponibili: un testo di introduzione alla bioinformatica ed una esercitazione guidata. Gli studenti potranno svolgere l’esercitazione interamente online collegandosi ad alcune banche dati di bioinformatica adatte anche ad un uso didattico. 

NOTE:

  • Questa attività non è inserita su piattaforma S.O.F.I.A. in quanto non è strutturata come corso di formazione ma semplicemente come Classe Virtuale nella quale condividere e visionare materiali digitali utili all'attività con gli studenti.
  • Gli insegnanti, che consegneranno la relazione finale sulle attività svolte, riceveranno un attestato di frequenza per le ore di lavoro in rete.
  • Il servizio è asincrono e quindi non ci sono date e orari predefiniti per la visione e l'utilizzo dei materiali. 
    Il servizio sarà attivo fino al 10 giugno 2020.
  • A seguito dell'iscrizione riceverete nei giorni successivi un'email da Weschool per accedere alla Classe Virtuale.

 



area
A1 metodologie e attività di laboratorio di scienze
A chi è rivolto
Scuola secondaria di I grado
Scuola secondaria di II grado
Durata
10 ore
di cui 0 ore in presenza
unità formative
0
posti disponibili
1000
Tipologia
STEAM
docenti

Paolo Manzi, chimico farmaceutico con esperienza come tecnico di laboratorio ricerca e sviluppo in ambito chimico-analitico, progettista didattico e tutor scientifico di Fondazione Golinelli

Raffaella Spagnuolo, responsabile scientifico dei laboratori didattici della Fondazione Golinelli, ha conseguito il PhD in biologia cellulare presso la Open University di Londra, il Master in Comunicazione e giornalismo scientifico presso Università di Ferrara e il Master scienziati in azienda presso ISTUD di Milano.

 

Costo
Gratuito
Sede
Online

Online