FONDAZIONE GOLINELLI

La nostra storia

Inside Fondazione Golinelli

National Geographic, il media brand più autorevole al mondo, racconta Fondazione Golinelli.

Il video presenta, con le parole del fondatore Marino Golinelli e con i volti di chi ogni giorno lavora con noi, la realtà e i progetti della Fondazione: educazione, formazione, ricerca, impresa, cultura e molto altro.

LA NASCITA DELLA FONDAZIONE
(1988-2004)

1988

Nasce Fondazione Marino Golinelli.

1999

La Fondazione finanzia l’Unità Operativa di Angiologia “Marino Golinelli” presso il Policlinico Sant’Orsola-Malpighi di Bologna per sostenere la ricerca scientifica e sensibilizzare i cittadini alla importanza di una migliore informazione sulle patologie trombofiliche e sulla loro prevenzione e cura.

2000

Nasce il Life Learning Center, la prima innovativa esperienza italiana di centro di formazione permanente e didattica informale sulle Scienze della Vita, al servizio della scuola. Il Centro, ispirato al Dolan DNA Learning Center di Cold Spring Harbor (USA) creato dal premio Nobel J.Watson, sorge da una collaborazione tra la Fondazione Marino Golinelli, l’Università degli Studi di Bologna e il Provveditorato agli Studi della Provincia di Bologna.

2000

A seguito del convegno internazionale “Scienze della Vita e Nuovo Umanesimo”, la Fondazione Marino Golinelli costituisce un Osservatorio Virtuale che riunisce scienziati e studiosi di fama internazionale chiamati a confrontarsi su temi quali: le applicazioni delle biotecnologie sull’uomo, le prospettive di terapia genica in medicina, il rapporto tra clonazione e terapia, l’etica nell’era della tecnica e il raggiungimento di una legislazione comune in materia di biotecnologia.

2002

Viene creato il portale “TicaeBio.it”, dedicato a docenti delle scuole elementari e medie inferiori e a ragazzi tra i 4 ed i 13 anni, che propone attività on-line didattiche e ludiche per facilitare la scoperta e la comprensione del mondo della biologia. TicaeBio.it vince nel 2003 il Premio Cenacolo per l’Editoria, perché ritenuto “un modello ottimale di divulgazione scientifica in grado di prefigurare nuovi scenari per l’educazione e la formazione di un pubblico giovane”.

2004

Viene avviato il progetto pilota triennale “Bio E-learning” ovvero un programma di formazione e aggiornamento a distanza sulle Scienze della Vita destinato a docenti e di tutt’Italia e realizzato attraverso un Accordo con il MIUR, Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca.

LA SCIENZA PER TUTTI
(2005-2010)

2005

Viene lanciata la prima edizione de “La Scienza in Piazza”, chiamata successivamente “Arte e Scienza in Piazza”. Il progetto, nato per avvicinare alla scienza, all’arte e alla cultura i bambini, gli studenti, gli insegnanti e i cittadini di ogni età ed estrazione culturale, trasforma gli spazi cittadini in laboratori, exhibit, mostre e spazi per incontri e dibattiti su temi scientifici.

2005

Con il progetto “Come un Parlamento” la Fondazione offre agli studenti delle scuole secondarie superiori, l’opportunità di incontrarsi e simulare situazioni di governance su tematiche di frontiera che coinvolgono la nostra vita quotidiana.

2007

Viene ideata la mostra-laboratorio di arte e scienza “EmozionArti di Scienza” e progettato il format scientifico “Un Pozzo di Scienza”, prima iniziativa commissionata da un ente terzo, su tematiche di grande attualità relative alla sostenibilità ambientale.

2010

La Fondazione Marino Golinelli e il Comune di Bologna inaugurano “START – Laboratorio di Culture Creative”, dedicato alla conoscenza, alla creatività e alla diffusione della cultura scientifica e artistica con particolare attenzione verso bambini e ragazzi dai 2 ai 13 anni e le loro famiglie. Nel 2012 lo spazio, ubicato negli ambienti del sottopasso di Via Ugo Bassi - Rizzoli di Bologna, è stato selezionato tra i migliori 10 Children Center a livello europeo.

ARTE, SCIENZA E FORMAZIONE
(2010-2014)

2010

La Fondazione progetta la mostra Antroposfera. Nuove forme della vita che esplora il rapporto tra noi e gli altri esseri viventi

2011

La Fondazione progetta la mostra HappyTech, Macchine dal volto umano, realizzata in partnership con La Triennale di Milano. che esplora il rapporto tra essere umano e macchine per aiutarci a capire cosa vogliamo e dobbiamo chiedere alle nuove tecnologie.

2012

La Fondazione progetta la mostra Da ZERO a CENTO, le nuove età della vita, realizzata in partnership con La Triennale di Milano, volta a capire come e perché il nostro corpo e la nostra mente sono diversi da quelli delle generazioni precedenti e come sia possibile svilupparne meglio le potenzialità.

2013

Viene lanciato il programma nazionale di formazione per gli insegnanti di ogni ordine e grado in collaborazione con il progetto “I Lincei per una nuova didattica nella scuola: una rete nazionale”. La Fondazione Marino Golinelli costituisce il Polo di Bologna/Emilia-Romagna, in partnership con l’Accademia dei Lincei con l’obiettivo di promuovere un modo nuovo di fare didattica incentrandosi su multidisciplinarietà, sperimentazione in laboratorio, nuove tecnologie e approfondimenti culturali sui legami tra ricerca, scienza, innovazione, tecnologia e società.

2013

Viene istituito il Trust EUREKA, grazie al quale nasce il Giardino delle imprese, scuola informale di cultura imprenditoriale che valorizza le doti individuali e le propensioni dei giovani all’intraprendere. Nell’ambito del progetto imprenditori di successo ed esponenti del mondo accademico accompagnano gli studenti con formazione, project work, eventi e attività pratiche finalizzate alla sperimentazione concreta e all’avviamento di un’idea originale di impresa.

2013

Viene lanciato il bando “Start up your life”, dedicato agli studenti e alle studentesse che hanno partecipato alla Summer School sulle scienze della vita dello stesso anno. Il progetto sperimentale unisce apprendimento, ricerca e divulgazione scientifica attraverso l’ideazione e la progettazione di prodotti editoriali innovativi basati sull’uso delle nuove tecnologie digitali a fini didattici, sostenendo i processi di innovazione nella didattica e favorendo la diffusione delle migliori pratiche a partire dalla spontanea iniziativa di docenti e studenti.

2013

La Fondazione progetta Benzine. Le energie della tua mente, realizzata in partnership con La Triennale di Milano, una mostra tra arte contemporanea e scienza per conoscere le energie della mente, capire come si usano, e scoprire perché oggi sono molto più importanti di ieri.

2014

La Fondazione Marino Golinelli progetta la mostra GOLA, arte e scienza del gusto, realizzata in partnership con La Triennale di Milano, che propone una riflessione sul rapporto tra nutrizione e piacere con l’obiettivo di chiarire perché il gusto sia un ingrediente chiave della nostra vita e si agganci così fortemente alla sfera emotiva

OPIFICIO GOLINELLI:
CITTÀ DELLA CONOSCENZA, DELL'INNOVAZIONE E DELLA CULTURA
(2015-2019)

2015

Grazie a un importante intervento di riqualificazione urbana viene inaugurato, a Bologna, Opificio Golinelli, cittadella della conoscenza e della cultura e base operativa delle attività. La Fondazione inoltre cambia nome e viene ribattezzata Fondazione Golinelli.

2015

La Fondazione organizza la mostra GRADI DI LIBERTÀ, ideata in collaborazione con il MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna, a partire dall’interrogativo “dove e come nasce la nostra possibilità di essere liberi o di non esserlo?”.

2017

Viene inaugurato il Centro Arti e Scienze Golinelli, un centro di ricerca, immaginazione e sperimentazione che ospita l’esposizione tra arte e scienza IMPREVEDIBILE, essere pronti per il futuro senza sapere come sarà

2018

Viene istituito G-Factor, l’Incubatore-Acceleratore per nuove realtà imprenditoriali di Fondazione Golinelli, e viene lanciata la prima call “Life Science Innovation 2018”.

2019

G-Factor inaugura la propria sede, che ospita BI-REX, il primo Competence Center del piano Industria 4.0. Al Centro Arti e Scienze Golinelli al via dal 20 novembre 2019 la nuova mostra di arte e scienza U.MANO, in esposizione fino al 9 aprile 2020.